Corsi di preparazione LanguagEd: Domande e Risposte

questions

Hai qualche domanda sui nostri corsi e sui concorsi delle classi A24, A25 e B02? In questo articolo, rispondiamo alle principali domande che riceviamo dai nostri partecipanti e ti aiutiamo a scegliere il percorso di preparazione migliore per le tue esigenze.

Risponderemo alle seguenti domande:

  • Quale corso scegliere?
  • Quanto tempo ci vuole a finire i corsi?
  • Posso vedere i corsi prima di comprarli?
  • Posso pagare con la carta docente?
  • Non ho una carta di credito o prepagata: posso pagare in altri modi?
  • Quanto tempo dura l’accesso?
  • Si possono rivedere le lezioni e/o rifare i quiz?
  • Si possono scaricare i materiali?
  • I corsi sono validi per il nuovo formato del concorso ordinario?
  • I corsi trattano tutti gli argomenti richiesti nel concorso ordinario?
  • I corsi trattano l’informatica?
  • I corsi LanguagEd servono solo per la prova orale del concorso ordinario?

Quale corso scegliere?

Prima – e ottima – domanda. Partiamo da un breve riassunto degli argomenti principali trattati nei nostri 4 corsi:

  1. Language Teaching Methodology  fornisce un background ampio sui temi di metodologie, acquisizione delle seconde lingue, English as a Lingua Franca, valutazione e didattica delle 4 abilità.
  2. Designing Activities and Lessons si concentra sulla progettazione didattica, la personalizzazione e individualizzazione e il CEFR.
  3. Teaching Literature in the Language Classroom è un corso unico nel suo genere che la guida nell’insegnamento della letteratura nel contesto scolastico italiano.
  4. Multiple Choice Quizzes consiste in 250 domande a risposta multipla, ognuna accompagnata da una breve spiegazione, per esercitarsi con il formato dell’esame scritto del concorso e consolidare i temi di metodologie, grammatica e linguistica.

Tutti i corsi sono accessibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in modo che ogni partecipante possa studiare compatibilmente con i propri impegni familiari e lavorativi. I corsi sono interamente in inglese, scritti e revisionati da esperti internazionali di metodologie di insegnamento linguistico, e hanno una valutazione media di 4,9/5 dai nostri partecipanti.

Qual è il corso migliore per me? Per rispondere a questa domanda, il consiglio che diamo sempre è quello di valutare tre elementi:

  • Il programma concorsuale, sia per la parte generale sia per la parte specifica per la propria classe di concorso, e quali conoscenze hai già sui vari argomenti;
  • I materiali già acquistati e il tuo livello di soddisfazione: i materiali che hai già acquistato sono sufficienti a livello di qualità e quantità per studiare i temi dei corsi LanguagEd?
  • Il tempo a disposizione: alla luce degli argomenti da studiare, quanto tempo a disposizione hai? I corsi LanguagEd possono aiutarti a sintetizzare gli argomenti relativi a metodologie, acquisizione linguistica, CEFR, valutazione e English as a Lingua Franca.

Infine, un punto importante è che il corso Teaching Literature in the Language Classroom, concentrandosi sull’insegnamento e la progettazione didattica in tema di letteratura, non è pensato in particolare per le classi A25 e B02.

Come aiuto ulteriore per pianificare lo studio, ecco un piano di studio personalizzabile comprendente i temi delle tre classi di concorso A24, A25 e B02:

Quanto tempo ci vuole a finire i corsi?

Ogni partecipante può decidere quanto tempo impiegare e se saltare o ri-studiare alcune lezioni in completa autonomia. I tempi stimati da noi per il completamento dei corsi sono i seguenti:

  • Language Teaching Methodology: 60 ore
  • Designing Activities and Lessons: 20 ore
  • Teaching Literature in the Language Classroom: 30 ore

Posso vedere i corsi prima di comprarli?

Certamente, e anzi, ti incoraggiamo a farlo! Come policy LanguagEd, noi offriamo sempre la possibilità sia di vedere tutti gli argomenti del corso sia di provare delle unità gratuite per valutare se i corsi sono adatti alle tue necessità. Per provare le unità gratuite, apri la pagina del corso che ti interessa e clicca “free preview”.

Posso pagare con la carta docente?

I nostri corsi non sono ancora acquistabili con carta docente: LanguagEd esiste come realtà da agosto 2020 e non abbiamo ancora ottenuto l’accreditamento presso il MIUR.

Non ho una carta di credito o prepagata: posso pagare in altri modi?

Certamente: scrivici a chiara@languaged.org e ti forniremo i dati per pagare con bonifico bancario. Inviaci la ricevuta di avvenuto pagamento e provvederemo subito ad attivare l’accesso ai tuoi corsi.

Quanto tempo dura l’accesso?

L’accesso è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per 365 giorni a partire dalla data d’acquisto come spiegato nei nostri Termini e Condizioni. A seguito della scadenza, è possibile rinnovare il proprio accesso al corso a una tariffa agevolata scrivendo un’email a languaged.courses@gmail.com.

Si possono rivedere le lezioni e/o rifare i quiz?

Sì, tutte le volte che vuoi. I corsi sono pensati per chi ha necessità di organizzare il proprio studio compatibilmente con altre esigenze lavorative e familiari, quindi sono sempre accessibili e tutte le lezioni e i quiz sono ri-studiabili per l’intera durata di validità del corso.

Si possono scaricare i materiali?

Come la maggioranza dei corsi online su piattaforme di e-learning, come LinkedIn Learning o Udemy, i nostri corsi sono erogati e accessibili online. Nonostante alcuni dei materiali siano scaricabili, la maggioranza non lo è per motivi di protezione della proprietà intellettuale. Nella prima iterazione del corso Language Teaching Methodology, avevamo infatti dato la possibilità di scaricare alcuni dei materiali, salvo scoprire che alcuni docenti avevano proceduto a rivenderli come propri. Per evitare che questo accada nuovamente e per poter continuare a offrire i corsi ai prezzi convenienti attuali, dobbiamo quindi necessariamente renderli disponibili solo online.

I corsi sono validi per il nuovo formato del concorso ordinario?

Come abbiamo spiegato in un precedente articolo del blog, il Decreto Sostegni Bis ha introdotto un formato nuovo e diverso per l’espletamento dei concorsi ordinari, prevedendo una prova scritta e una successiva prova orale. La prova scritta sarà a risposta multipla: ecco perché abbiamo ideato il corso Multiple Choice Quizzes, un database di 250 domande e 250 risposte su temi di metodologie, linguistica e grammatica inglese. Vi sono inoltre ulteriori quiz a risposta multipla all’interno dei corsi Language Teaching Methodology e Designing Activities and Lessons.

Un punto fondamentale da considerare è inoltre che i programmi concorsuali non sono stati modificati, quantomeno alla data in cui scriviamo questo articolo: il decreto, all’articolo 59, comma 11, spiega infatti che “con decreto del Ministero dell’istruzione sono apportate tutte le occorrenti modificazioni ai bandi di concorso derivanti da quanto sopra previsto, fermi restando i programmi concorsuali”. I programmi rimangono quindi in essere: per le classi di concorso A24, A25 e B02, questi contengono quindi i temi di competenza linguistica, civiltà e/o storia della letteratura, così come quelli di metodologie di insegnamento linguistico, acquisizione delle seconde lingue, CEFR, valutazione e varietà linguistiche compresi World Englishes e English as a Lingua Franca – tutti temi trattati nei corsi LanguagEd. Benché, naturalmente, nessuno sappia quali saranno le domande del concorso ordinario, le ultime normative introducono semplicemente alcune domande di informatica e di inglese, ma non eliminano i programmi di studio, che rimangono quindi da studiare.

Per quanto riguarda la prova orale, ci sono al momento pochi riferimenti certi. Quello che è possibile è però rifarsi alle prove orali di concorsi passati, in cui sono state richieste una progettazione didattica e un’esposizione di tale progettazione. In questo, sono ideali alla preparazione i corsi Designing Activities and Lessons e – nel caso di lezioni che vertono su temi di letteratura – Teaching Literature in the Language Classroom.

I corsi trattano tutti gli argomenti richiesti nel concorso ordinario?

I corsi LanguagEd trattano i temi di metodologie didattiche, didattica delle 4 abilità, teorie e pratica dell’acquisizione linguistica, Common European Framework of Reference for Languages (CEFR), valutazione (assessment, peer assessment e self-assessment) e English as a Lingua Franca. Inoltre, nel corso Multiple Choice Quizzes sono presenti due unità bonus su linguistica e grammatica inglese. Questi sono gli argomenti trattati perché LanguagEd, come gruppo di esperti, si occupa dei temi afferenti alle metodologie, temi in cui tutti i componenti del team sono specializzati a livello Cambridge DELTA, MA TESOL o PhD in Language Education. Non ci occupiamo quindi né di storia della letteratura, né di legislazione italiana, argomenti in cui nessuno di noi è esperto né potrebbe quindi garantire l’alto livello di qualità che assicuriamo in tutti i nostri materiali.

I corsi trattano l’informatica?

Conoscenze relative all’informatica dovrebbero essere testate nella prova scritta del concorso ordinario. Varie lezioni dei nostri corsi si occupano dell’uso di risorse digitali nella didattica, come l’interà unità 12 di Language Teaching Methodology, sul Technology-enhanced language learning. Tuttavia, poiché il team non comprende nessun esperto di informatica, i nostri corsi non trattano dell’informatica come materia a sé stante.

I corsi LanguagEd servono solo per la prova orale del concorso ordinario?

I corsi LanguagEd servono anche per la prova orale del concorso ordinario, ma non solo. Naturalmente nessuno sa di preciso quali temi saranno oggetto della prima prova d’esame, però possiamo farci un’idea analizzando i documenti che abbiamo a disposizione. Leggendo il Decreto Sostegni Bis, la fonte legislativa più recente in merito ai concorsi, vediamo che la prova scritta conterrà “più quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese”. Le competenze sulla disciplina della classe di concorso sono esplicitate nel programma specifico della classe di concorso: nel caso delle classi A24, A25 e B02, queste comprendono quindi sì i temi di letteratura e/o civiltà, oltre alla competenza linguistica stessa, ma al contempo i temi di metodologie, English as a Lingua Franca, valutazione e conoscenza del CEFR, che sono i temi che noi trattiamo nei nostri corsi. Ovviamente con questo non intendiamo che sappiamo con sicurezza alcuna che questi saranno gli argomenti del concorso, ma semplicemente che i temi trattati nei nostri corsi fanno parte dei punti del programma A24, A25 e B02, esattamente come i temi di civiltà, lingua e storia della letteratura.

Leggendo sempre il Decreto Sostegni Bis, vediamo che gli unici concorsi ordinari espletati finora, quelli delle classi STEM, sono consistiti nella “somministrazione di 50 quesiti, 40 dei quali vertenti sui programmi previsti dall’allegato A al decreto del Ministro dell’istruzione 20 aprile 2020, n. 201 per la singola classe di concorso, 5 sull’informatica e 5 sulla lingua inglese.” L’Allegato A di cui parla il decreto è lo stesso in cui sono compresi sia la parte generale del programma di studio, valida per tutte le classi, sia i programmi specifici per le cdc – che nel nostro caso appunto contengono proprio tutti i temi di cui abbiamo parlato, tra cui le metodologie, English as a Lingua Franca, valutazione e conoscenza del CEFR.

Sulla prova orale invece nel decreto troviamo meno informazioni, purtroppo; l’unica cosa che possiamo fare, fino a nuovi chiarimenti, è basarci sulle modalità di espletamento utilizzate finora, per cui sappiamo che questa prova dovrebbe richiedere progettazione didattica ed esposizione della stessa. Per questo esame, sono particolarmente indicati i corsi Designing Activities and Lessons, Language Teaching Methodology, e, nel caso in cui tu concorra per la scuola secondaria di secondo grado, Teaching Literature in the Language Classroom.

Vuoi dare un’occhiata ai nostri corsi? Visita il nostro sito di e-learning!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo coi tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *